Buio o luce ?

L'alternanza buio - luce aiuta il piccolo ad acquisire il corretto ritmo sonno - veglia

nanna-buio-luce

Nelle prime settimane di vita la luce riveste un ruolo importante nel sincronizzare l’orologio biologico e quindi il ritmo sonno - veglia del neonato.

Proprio l’alternanza luce-buio favorisce l’assestarsi di questo ritmo: possiamo predisporre quindi un ambiente luminoso per i momenti di veglia, mentre una luce più tenue accompagnerà la nanna. 

In particolare, possiamo mantenere l’ambiente buio e relativamente silenzioso durante il sonno notturno, quando tutta la famiglia riposa; per il pisolino diurno, invece, il bimbo può dormire in penombra e in un ambiente non necessariamente scevro dai rumori quotidiani di casa che hanno sul piccolo un effetto rassicurante. 

Dopo i sei mesi il bambino potrebbe attraversare un periodo di sonno disturbato, causato dalla cosiddetta ansia da separazione che potrebbe provocare risvegli notturni, incubi o paura del buio.

In questo caso una luce soffusa, di bassa intensità e posizionata in modo da non poter essere direttamente fissata dal bambino, può rassicurarlo in caso di risveglio. 

Dal punto di vista pratico, inoltre, una luce notturna posizionata in cameretta permette al genitore di accorrere presso il bambino di qualsiasi età, orientandosi facilmente senza dover illuminare eccessivamente l’ambiente.

 

Potresti essere interessato a

Sullo stesso argomento