Non solo seno

Pur conoscendo i grandi vantaggi dell’allattamento al seno, esistono condizioni in cui le mamme sono costrette o preferiscono ricorrere all'allattamento al biberon.

non-solo-seno

Se il bambino è allattato al biberon è fondamentale che la tettarella rispetti la fisiologia, cioè la naturalità della suzione.

Deve essere quindi estremamente morbida, elastica, estensibile, per non ostacolare i movimenti della bocca e della lingua del bambino durante la poppata, così come avviene nella poppata al seno. Ma non solo, una buona tettarella deve rispettare le modalità di suzione e deglutizione del bambino che cambiano e si evolvono nel corso dei mesi, come attestato dalle evidenze scientifiche in questo campo.

Nei bambini infatti il meccanismo della deglutizione è un processo dinamico in continua evoluzione: si è dimostrato infatti che, dalla nascita ai 6 mesi, durante la poppata il bambino tiene la bocca ben aperta, le labbra avvolgono morbidamente  il capezzolo ( o la tettarella ) e il piccolo apre e chiude la bocca, la lingua scorre avanti e indietro portando il latte verso il retro bocca per essere ingerito.

 

A questa età è quindi consigliata una tettarella molto estensibile, dalla forma larga e bombata, in modo che la bocca del bambino sia ben aperta. Dopo i 6 mesi invece le labbra del bambino sono più chiuse e la lingua si muove in modo da creare un’onda che favorisce la suzione (aspirazione) e la deglutizione del latte.

E’ dunque ideale una tettarella più allungata che consenta un attacco delle labbra più stretto.

Dunque, per seguire l’evoluzione del modo di nutrirsi del bambino, senza interferire sulla fisiologia della suzione, la tettarella dovrà avere forme, dimensioni e caratteristiche diverse nelle diverse fasce di età.

Sullo stesso argomento